Come creare un sito con WordPress

Creare  un sito web con l’ausilio di WordPress è intuitivo e non ha bisogno di conoscenze di programmazione.  Adoperato da privati e dalle web agency di tutto il mondo è il CMS (Content Management System) più diffuso in assoluto per dare vita a blog, e-commerce e siti internet.  Cosa sono i CMS? Cosa sono i CMS? Come scritto in questa pagina https://www.html.it/articoli/cos-un-cms : “I CMS sono le applicazioni di gestione dei contenuti dei siti che consentono di inserire, modificare e rendere visibili articoli, banner, immagini e link senza ricorrere a sistemi di sviluppo.“.

Da questo articolo www.dariovignali.net/wordpress-com-vs-wordpress-org scritto dal blogger informatico Dario Vignali, apprendiamo che “In passato era necessario scaricare la cartella di wordpress da wordpress.org (proprio come se fosse un programma) per poi installarla su un proprio host. Negli anni 2000, con l’avvento di blogger, wordpress decise di creare una propria piattaforma web, che diede origine a wordpress.com. WordPress.com era ed è tutt’ora una versione semplificata di wordpress.org, già installata in un unico grande spazio web. Così, per un utente sarebbe bastato iscriversi su wordpress.com per aprire il proprio blog e iniziare a pubblicare i propri contenuti.“.

Creando un sito su wordpress.com il dominio del sito sarà [nome sito].wordpress.com. Questa soluzione può andar bene solo nel caso di siti amatoriali.  Se si tratta di un sito professionale o quello di un’azienda ovviamente sarà meglio avere un nome a dominio del tipo tuosito.com e in questo caso dovrai scegliere anche un hosting. Ce ne sono alcuni anche molto economici, con possibilità comunque di upgrade nel caso con il tempo dovesse servire aumentarne le capacità. Per esempio seguendo questo url securityhost.it/piani-web-hosting.php puoi vedere le differenze fra i diversi piani di hosting offerti dalla stessa azienda. Lo spazio hosting e il dominio possono essere acquistati insieme o separatamente.

Come installare WordPress

Dopo l’acquisto di dominio e hosting e definiti i contenuti del sito si può passare all’installazione di WordPress. Si tratta di un’operazione semplice che prevede operazioni ben precise.

La prima fase riguarda l’indicizzazione. Nella barra degli indirizzi del browser, per accedere al pannello di controllo WorPress, bisogna digitare indirizzodelsito/wp-admin. Qui si immettono username e password e si è ufficialmente nell’area amministrativa del nuovo sito. Meglio procedere alla creazione del proprio lavoro in incognito, nascondendo il sito ai motori di ricerca e bloccando l’indicizzazione.

Come fare? Dal pannello di controllo si passa a Impostazioni, poi a Lettura e si mette la spunta su “ Scoraggia i motori di ricerca ad effettuare l’indicizzazione di questo sito”. Solo quando si è pronti a comparire tra i risultati di ricerca di Google e di altri motori di ricerca si toglie la spunta e tutte le pagine e i contenuti saranno visibili in rete.

WordPress utilizza una struttura piuttosto complicata per gli indirizzi del sito, che non rende subito chiaro di cosa tratta la pagina. Quindi è consigliabile la modifica dei permalink in modo da avere url più comprensibili.

I plugin sono programmi che servono per estendere le funzioni base e ce ne sono moltissimi. Per installare un plugin WordPress si accede a pannello di controllo e si va su Plugin. A questo punto si clicca Aggiungi nuovo e si sceglie quello da installare. A scelta effettuata si digita Installa adesso. Ovviamente al termine della procedura bisogna attivare i plugin.

Aggiunta contenuti e temi

Quando tutti i contenuti sono pronti si può passare alla pubblicazione delle varie pagine, procedimento intuitivo e semplice. I temi riguardano la parte grafica del sito e sono già strutturati in modo da rendere veloce e funzionale l’adattamento delle varie pagine.

Si dividono in temi free e premium. I primi si possono scaricare gratuitamente, gli altri sono a pagamento. Di default sono disponibili alcuni temi free ma quelli più performanti, decisamente più ricchi di funzioni e assistenza tecnica sono quelli a pagamento.

Menu e widget

Per sistemare i contenuti e le informazioni del sito nel modo che più si preferisce è sufficiente andare su Menu dove si trova il menu attivo al momento. Questo si può mantenere così oppure crearne uno nuovo.

I widget sono delle funzioni specifiche di WordPress che si posizionano in alcune parti dello schermo e servono ad arricchire il sito. E’ attraverso il loro utilizzo che si possono inserire i banner pubblicitari.

Footer e sitemap

Il footer è lo spazio più in basso del proprio sito dove si mettono le informazioni di contatto dell’azienda, compresa la partita IVA e i link social.  Esso si può modificare dall’area widget.

Prima di pubblicare il sito, per essere ben posizionati sui motori di ricerca, è d’obbligo la creazione di una mappa. Si può realizzare con il plugin WordPress Seo by Yoast. Dal pannello di controllo si va su Seo – Sitemap XML e si digita “Enabled”. Poi con il pulsante XML Sitemap si può entrare nella mappa del sito.

Indicizzazione sito da parte di Google

Siamo arrivati alla fine e manca poco per rendere il sito visibile a tutti. Per pubblicarlo bisogna richiedere l’indicizzazione da parte di Google. Si va su impostazioni, poi su Lettura e si togli la spunta a “Scoraggia i motori di ricerca ad effettuare l’indicizzazione di questo sito”. Infine si procede alla disabilitazione del plugin Coming Soon se è stato installato.